Il Green Public Procurement (GPP) in un caso pratico

Il Green Public Procurement, concetto reso in italiano con l’espressione “Acquisti Verdi”, si sta sviluppando attraverso lo sforzo delle autorità pubbliche che intraprendono azioni di GPP impegnandosi sia a razionalizzare acquisti e consumi che ad incrementare la qualità ambientale delle proprie forniture ed affidamenti.

Il correttivo del Codice Appalti (D. Lgs. 56/2017) ha reso obbligatoria l’applicazione delle azioni del GPP.

Un esempio pratico è stato introdotto dal Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) che ha pubblicato le Linee guida GPP del Sistema Agenziale.

Esse forniscono un modello operativo di organizzazione interna degli enti finalizzata alla sistematica introduzione degli aspetti ambientali del processo di acquisto. Il modello è stato elaborato per poter essere applicato nelle Agenzie del SNPA ma può essere applicato anche in qualunque altra amministrazione pubblica. Le linee guida riportano esempi di documenti già adottati da alcune Agenzie allo scopo di offrire un supporto concreto agli enti che vorranno adottare analoghi e virtuosi percorsi.

Il rapporto 2014 sullo stato di attuazione del GPP del Sistema Agenziale, restituisce una fotografia complessivamente incoraggiante delle prestazioni del SNPA in tema di appalti verdi. Dall’analisi condotta, al fine di migliorare ulteriormente la performance del sistema in tema di acquisti verdi, è emersa l’esigenza di allineare le modalità applicative del GPP a livello di SNPA.

Le linee guida, partendo dagli obblighi normativi previsti dal nuovo Codice dei contratti pubblici in materia di specifiche ambientali, intende fornire un modello operativo di organizzazione interna degli enti finalizzata alla sistematica introduzione degli aspetti ambientali del processo di acquisto, in conformità all’obbligo normativo e per raggiungere, possibilmente, obiettivi che vadano oltre l’obbligo imposto dalla norma. Il modello esposto nel presente lavoro è stato elaborato per poter essere applicato nel SNPA, esso costituisce un riferimento sia per le Agenzie che non hanno ancora intrapreso un percorso strutturato per il GPP, sia per quelle che intendono migliorarlo; può essere applicato, inoltre, anche in qualunque altra amministrazione pubblica, in funzione della propria complessità organizzativa e del grado di maturità raggiunto nelle politiche ambientali.

Fonte: www.portaleconsulenti.it

MLG_150_17_linee_guida_GPP

print